Home press area Cocco Wine - edizioni passate La parola ai produttori di Cocconato: Pino Bo, azienda Benefizio di Cocconito
La parola ai produttori di Cocconato: Pino Bo, azienda Benefizio di Cocconito Stampa E-mail
Scritto da Redazione    Martedì 23 Luglio 2013 06:48

Pino Bo, azienda Benefizio di Cocconito






Qual è il primo ricordo che ha di lei in cantina?
I ricordi sono di molto tempo fa data la mia età, ero piccolo avrò avuto 5/6 anni e mio nonno mi insegnava il lavoro in cantina,  un momento particolare la raccomandazione sui vasi da travaso che dovevano essere assolutamente di mandorlo.

Tradizione o innovazione? Quale strada percorre per la sua azienda?
Tutte e due, mescolando il meglio di una cosa e dell’altra. In vigna seguiamo il modo tradizionale come nell’imbottigliamento utilizzando a livello pratico i macchinari moderni ma il tutto molto legato alla tradizione.

Nel corso dell’evento vi sarà un momento di attenzione a favore della Barbera d’Asti dei produttori di Cocconato. Con quale Barbera vi presenterete?
In degustazione presenterò la Barbera d’Asti Superiore 2007: l’ho scelta perché è quella che mi piace di più e perché è una Barbera non falsata con altre cose, ha il vero gusto del Barbera d’Asti con la sua caratteristica di acidità spiccata e molto piacevole.
Scelta dettata dal fatto che lo scorso anno non abbiamo vinificato a causa di una forte grandinata che ha totalmente rovinato la vendemmia.

 

 

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.