Home press area Comunicati generali Grande successo per la Festa del Ruchè!
Grande successo per la Festa del Ruchè! Stampa E-mail
Scritto da Redazione    Lunedì 09 Maggio 2016 16:00

UN NUOVO SUCCESSO PER IL RUCHE’!
Cena stellata, convegni, tasting alla cieca, prodotti tipici
La nona edizione conferma il grande interesse del pubblico

Un vino che piace sempre di più

La nona edizione del Ruchè, appena terminata, conferma una sensazione sempre più diffusa e che è emersa anche nel convegno di domenica mattina, alla presenza di un grande ricercatore come Attilio Scienza.
Il Ruchè sta diventando un vitigno simbolo del grande successo e attenzione che possono registrare i vitigni autoctoni in Italia. Una sorta di vitigno leader, di riferimento verso tutti coloro che credono nel recupero di varietà autoctone più o meno diffuse e che non hanno timore a confrontarsi sul mercato, senza straordinari numeri di bottiglie.
Più qualità e meno quantità, più storia e radici e un solido riscontro nelle degustazioni, con una pattuglia di produttori che ha operato negli anni a favore della qualità e oggi esprime vini nel complesso interessanti e che, pur nelle diversità, sanno parlare un linguaggio riconoscibile.



L’edizione 2016 è stata promossa con il rinnovato impulso della Associazione Produttori del Ruchè di Castagnole Monferrato: una nuova realtà che in alcuni mesi ha compiuto passi importanti e che ha voluto dare un messaggio di crescita anche alla Festa, sempre nella collaborazione con l’associazione Go Wine e con il Comune di Castagnole Monferrato, dove la Festa è nata nove anni fa e dove si è sempre svolta, nel bel scenario della Tenuta La Mercantile.

 

“Con alle spalle il successo delle scorse edizioni, abbiamo pensato ad un programma sempre più ambizioso per un evento dedicato a celebrare il nostro vino – afferma Luca Ferraris, presidente dell’associazione Produttori. La presenza dello chef stellato Walter Ferretto e due convegni di livello hanno inteso dare il senso di un evento che, non deve fermarsi solo alle degustazioni, ma deve portare sempre più attenzione e prestigio attorno al Ruchè.
Nei prossimi giorni con l’Associazione Produttori saremo in Svizzera in due eventi e ciò dà il senso di una continuità di impegno con tutti i produttori aderenti (che sono oggi 24) per promuovere nel modo migliore il tesoro di queste terre”.

Proprio Walter Ferretto ha firmato la cena stellata nel prologo di venerdì 6 maggio: un menu studiato per l’occasione e per esaltare il Ruchè a tavola. La splendida location di Tenuta Montemagno ha ospitato oltre 80 persone, all’insegna del tutto esaurito. 20 etichette hanno esaltato il convivio, con i commensali che potevano liberamente degustare a fianco dei piatti, anche con annate anteriori rispetto al 2015.

L’Assessore Regionale Giorgio Ferrero ha inaugurato ufficialmente la rassegna nel pomeriggio di sabato. Il taglio del nastro ha fatto seguito ad un convegno su un tema di grande interesse: le Associazioni Fondiarie. Alla presenza di ricercatori e presentando alcune esperienze già praticate. Un tema destinato a diventare sempre più di attualità e che si propone di contrastare in modo efficace il problema dell’abbandono dei terreni.
Guardando con lungimiranza ad una qualità complessiva di territorio che non può essere solo grandi vini o ristorazione, ma deve avere come riferimento il sistema territoriale nel suo complesso.

Ad Attilio Scienza, uno dei più grandi ricercatori italiani è stato assegnato il Premio “Vin di Vino”, nel corso di un convegno svoltosi domenica mattina e promosso grazie anche ai giornalisti Francesco Moscatelli e Giacomo Fasola, autori tempo fa, con Ilario Lombardo, del romanzo “Il vino del Papa” dedicato proprio al Ruchè.
Un efficace spunto per discutere di “Vino e storytelling”, con la benedizione di Attilio Scienza, che ha confermato come sempre più i vini autoctoni possano essere conosciuti attraverso lo strumento della narrazione, legata alla storia, ai luoghi da cui provengono, alle persone che li hanno scoperti e poi valorizzati.
All’insegna di una rinnovata strategia di comunicazione che conferisce al vino una nuova centralità ed anche un grande fascino per avvicinare sempre più pubblico.

E così in fondo è per questa Festa, originale e frequentata da un pubblico sempre numeroso, attento e divertito.
Migliaia le degustazioni, con 18 aziende al banco d’assaggio tutte e solo dedicate al Ruchè.
Alla ribalta l’annata 2015, frutto di un andamento climatico decisamente migliore rispetto al 2014, e di grandi aspettative. Un’annata destinata a segnare un nuovo aumento nella produzione, che sfiora le 700.000 bottiglie, ma con una crescita in armonia con lo sviluppo sui mercati, come ormai succede da parecchi anni con il Ruchè.
Due tasting alla cieca, con la collaborazione di Giancarlo Sattanino, in cui confrontare i diversi vini e analizzare stili e interpretazioni.
E poi il positivo conforto dei piatti e dei prodotti tipici che hanno favorito l’abbinamento in due giornate all’insegna del gusto. Abbinando alla maestria di un chef come Ferretto presente con due creazioni, la solida operosità della Pro Loco, sempre a fianco del Comune e dei produttori.
Il Ruchè cresce ed è un buon segno per tutti coloro che credono nel successo dei vini autoctoni!

Il banco d’assaggio è stato animato da:
AMELIO LIVIO - Grana; BERSANO - Nizza Monferrato; BORGOGNONE FRANCESCO - Castagnole Monferrato; BOSCO TOMMASO – Castagnole Monferrato; CANTINA SOCIALE DI CASTAGNOLE MONFERRATO; CANTINE SANT'AGATA - Scurzolengo; CAPUZZO RENATO - Castagnole Monferrato; CASCINA TERRA FELICE - Castagnole Monferrato; CRIVELLI MARCO - Castagnole Monferrato; LUCA FERRARIS - Castagnole Monferrato;  GARRONE EVASIO & FIGLIO - Grana; GATTO PIERFRANCESCO - Castagnole Monferrato; GOGGIANO - Refrancore; LA FIAMMENGA – Penango; LA MONDIANESE – Montemagno (At); POGGIO RIDENTE - Cocconato; TENUTA DEI RE - Castagnole Monferrato; TENUTA MONTEMAGNO - Montemagno.


Organizzazione e segreteria:
Associazione Go Wine – Ufficio Eventi  Tel. 0173 364631 Fax. 0173 361147  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    www.gowinet.it

 

 

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.