Home rubriche
Rubriche


La cantina Murgo ospita il progetto Kiklops Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 08 Marzo 2016 17:31

"Un'ombra tra cemento ed aria" - Progetto Kyklops.

La Cantina Murgo ospita il progetto «KYKLOPS – Vedere l’intero» nato da un’idea di Enzo Tomasello, a cura di Daniela Vasta.

Una galleria suggestiva, un percorso originale che cattura l’attenzione del visitatore, il quale si ritrova immerso nel fascino inebriante del vino e dall’incanto espressivo di opere che raccontano storie e frammenti di vita. “L’intero, la verità, la ragione del tutto, può sperimentarsi parzialmente, solo attraverso i frammenti, pena l’annientamento: la bellezza non è l’Assoluto, è la sua ricerca. Alle pendici dell’Etna, dove la tradizione pone il Ciclope, collezioniamo – attraverso gli artisti – i frammenti della confidenza con l’incanto, in un contenitore che vuole riappropriarsi della ‘forma quadro’”, sottolinea il professore Tomasello.

In questo appuntamento si avrà modo di incontrare le opere di Salvo Catania Zingali.

 

 
Poesia e viticoltura si incontrano alla Cantina Valpantena Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 07 Gennaio 2016 16:43

Il Concorso di Poesia della Cantina Valpantena Verona, che quest’anno giunge alla quarta edizione, ha l’obiettivo di riscoprire lo spirito originario che lega l’opera letteraria e la viticoltura, un premio che vuole, inoltre, promuovere e valorizzare il legame dell’uomo con la terra di appartenenza.

Sarà una prestigiosa commissione tecnica a valutare gli elaborati in gara, che dovranno esser fatti pervenire entro il 31 marzo 2016, conformi alle modalità indicate nel bando di partecipazione che si trova sul sito.

La cerimonia di premiazione, poi, si terrà ad ottobre 2016 presso la sale conferenze della Cantina Valpantena Verona, dove le tre migliori opere riceveranno un premio in denaro e la targa ricordo dell’evento. In più, la poesia vincitrice verrà stampata sull’etichetta di un prodotto di punta della Cantina.

Per info: www.cantinavalpantena.it

 
Il vitigno corvina e i grandi rossi del veronese Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 17 Dicembre 2015 17:25

 

Nel corso del tradizionale appuntamento di Cocconato, in occasione di Cocco…Wine, l’associazione Go Wine ha ospitato una selezione di vini espressione del vitigno corvina. E’ la varietà che concorre ad esprimere i vini rossi del veronese, nelle sue diverse denominazioni ed espressioni. L’attenzione si è ovviamente concentrata sul Bardolino, sulla Valpolicella e sull’Amarone della Valpolicella.
Abbiamo scritto concorre, in quanto, la corvina dà origine a questi vini in assemblaggio ad altre uve autoctone, pur essendone la varietà di riferimento. I disciplinari contemplano la presenza della corvina in percentuali variabili dal 45% al 95% (dal 35% al 65% per il Bardolino): non siamo dunque di fronte a monovitigni, anche se va rammentato che vi sono produttori che vinificano la corvina in purezza con il marchio Igt.
Si tratta di una varietà importante nel panorama viticolo italiano; si ricavano vini di grande personalità e spesso molto intriganti per il consumatore.
La crescita qualitativa della produzione che, anche nel veronese, si è registrata ha trovato un ulteriore riscontro da una materia prima di grande livello.
A beneficio dei lettori della rivista, riportiamo le sensazioni ricavate dal tasting che è seguito a margine dell’evento Go Wine e che consente una panoramica su un articolato numero di aziende.
Come sempre, ci pare opportuno affermare che questi contributi non hanno la pretesa di essere esaustivi, né è pensabile di poter comprendere in un intervento di questo taglio la complessità del panorama produttivo legato a questa varietà.
Il nostro intento è, come sempre, quello di fornire al lettore occasioni di informazione e conoscenza, lasciando poi a ciascuno le occasioni di approfondimento che si vorranno individuare.

 

La recensione avviene in rigoroso ordine alfabetico per azienda:


Bussola Tommaso, Negrar (Vr)
tel. 045 7501740 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
E’ un’azienda di riferimento della Valpolicella, anche se ha una storia relativamente recente, datata 1983 allorquando Tommaso Bussola inizia a vinificare personalmente le uve prodotte nel vigneto di proprietà dello zio. Siamo nella Valpolicella Classica, in degustazione viene presentato il Valpolicella Classico Superiore della selezione “TB”, annata 2009: si fa apprezzare per le belle note fruttate, buona persistenza, un buon equilibrio.


Cantina Valpantena, Verona (Vr)
tel. 045 550032 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Nata nel 1958 come associazione cooperativa tra alcuni viticoltori veronesi, raggruppa oggi circa 250 aziende agricole, che coltivano complessivamente circa 750 ettari di vigneti. Da segnalare che dal 2003 sono presenti anche 150 aziende produttrici di olio, dando così vita a una nuova realtà oleovinicola nella Valpantena. Tre vini in degustazione e una preferenza per il Valpolicella Superiore Ripasso “Torre del Falasco” 2012: una buona interpretazione della tecnica del ripasso; un vino che ci pare ben riuscito, di struttura ma assai gradevole, con un lunga persistenza in bocca.


Gnirega di Pietro Clementi & C., Marano di Valpolicella (Vr)
tel. 045 8004812 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
E’ legata alla figura di Pietro Clementi, avvocato in Verona da circa 50 anni e proprietario della cantina, situata nella contrada di Gnirega. Una storia legata a Marano di Valpolicella di cui è Clementi stato sindaco per 19 anni in un territorio che si ponte in posizione strategica nella Valpolicella Classica. Opera attualmente nella nuova cantina costruita a partire dal 2002. In degustazione il Valpolicella Classico Ripasso 2007 e l’Amarone della Valpolicella Classico 2008, con una menzione per quest’ultimo, da cui ricava una versione tradizionale, in cui sono molto accentuati i sentori dell’appassimento, un vino destinato a durare nel tempo.


La Formica, Cellore di Illasi (Vr)
tel. 045 6520333 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Legata alla famiglia Bonuzzi da oltre un secolo, con testimonianze che risalgono addirittura al 1893. 36 gli ettari dell’azienda,  di cui 27 coltivati a vigneto, tutti nella Valle d’Illasi, nella parte più ad est della denominazione Valpolicella. In degustazione due vini, la segnalazione va a favore dell’Amarone della Valpolicella 2008, bel colore rosso rubino intenso, i sentori tipici di frutta matura, amarena propri delle varietà, un vino ben equilibrato e destinato ad un lungo invecchiamento. 


La Collina dei Ciliegi, Grezzana (Vr)
tel. 02 87158048 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Nasce dalla passione della famiglia Gianolli l’agricoltura ed il vino. Una cammino avviato nel 2005, selezionando l’uva destinata al primo Amarone, che viene, naturalmente, alla luce quattro anni più tardi. Una tenuta di 45 ettari sulle colline della Valpantena, dove vi è spazio anche per le molte piante di ciliegio che conferiscono il nome all’azienda. In produzione anche vini bianchi (lugana). Tre vini presentati nella nostra selezione, con una preferenza per il Valpolicella Superiore 2011, in cui la corvina è assemblata con corvinone e rondinella: bel colore rosso rubino, sentori di frutta, buon equilibrio e piacevolezza al gusto.


Masi, Gargagnano di Valpolicella (Vr)
tel. 045 6832511 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Azienda storica della Valpolicella, guidata da Sandro Boscaini con i figli e i fratelli. Certamente fra coloro che hanno dato un contribuito decisivo per il grande successo di questi vini in Italia e nel mondo. Il nome deriva dal “Vaio dei Masi”, la piccola valle acquisita alla fine del XVIII secolo dalla famiglia Boscaini. In degustazione due vini, la recensione va a favore del Valpolicella Classico Superiore “Monte Piazzo Serego Alighieri” 2010; dedicato al Monte Piazzo che fa da cornice ai vigneti. Affinamento in fusti di ciliegio, gradevole al naso, complesso e di struttura, un vino che bene esalta le caratteristiche della varietà.


San Cassiano
, Mezzane di Sotto (Vr)
tel. 045 8880665 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Azienda suddivisa fra quattordici ettari a vigneto e dieci a olivi, costituita a partire dal 2004 con l’avvento di Mirko Sella, che prosegue l’opera dello zio Albino che fin dal 1964 si è dedicato al lavoro agricolo in queste terre. Il Valpolicella Classico 2011, corvina al 70%, affinamento in acciaio, si fa apprezzare per i sentori floreali e fruttati, sensazione vinosa più marcata, leggera nota speziata nel finale.

Santa Sofia, San Pietro in Cariano (Vr)
tel. 045 7701074 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Situata a Pedemonte, nel cuore della Valpolicella classica, è condotta dalla famiglia Begnoni. Ha natali illustri, vantando come suo primo proprietario quel Marcantonio Serego che nel 1560 commissionò al celebre architetto Andrea Palladio la costruzione della villa, inserita dal 1996 tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Da sempre tesa a valorizzare i grandi rossi di queste terre, presenta nella selezione il Valpolicella Classico Superiore “Montegradella” 2009 che nasce da vigneti di collina situati nei Comuni di Fumane e Marano. Corvina assemblata con corvinone, e con rondinella e molinara. Accattivante all’olfatto, un vino ben equilibrato, con sentori che derivano anche dal leggero appassimento delle uve. Un millesimo che conferma la capacità di saper reggere molto bene il tempo.


Vini Rizzi, Bovolone (Vr)
tel. 045 7100674 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Produttori da tre generazioni, con una storia che inizia dalla Valdadige, in Trentino, e che oggi prosegue non solo nel veronese ma con acquisizioni e cantine in altri territori in Italia e in Romania. In degustazione due vini della linea “Sei terre”; in evidenza proponiamo il Bardolino Classico 2013 ricavato da un blend di corvina con rondinella e molinara, con uve coltivate a sud est del Lago di Garda,  giocato sulla freschezza e sulla piacevolezza della beva.


Tommasi Viticoltori, Pedemonte di Valpolicella (Vr)
tel. 045 7701266 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Un’altra azienda storica della Valpolicella, fondata nel 1902, cresciuta nel corso dei decenni e con una produzione di bottiglie importante. Dal 1997 è attiva la quarta generazione, Tommasi ha avviato una serie di investimenti anche in altre zone viticole italiane, pur rimanendo forte il legame con la Valpolicella. In degustazione l’Amarone della Valpolicella Riserva “Cà Florian” 2007: dall’omonimo vigneto Cà Florian corvina al 75% con saldo di corvinone e rondinella. Quattro anni di affinamento in legno, di cui uno in tonneau e tre in botti di rovere di Slavonia. Un Amarone importante che abbina la piacevolezza a grande struttura e persistenza.


Trabucchi d’Illasi,
Illasi (Vr)
tel. 045 7833233 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Una famiglia di giuristi, con l’attività, iniziata nel 1925 dall’avvocato Marco Trabucchi, proseguita dal giurista Alberto, continuata ora dal figlio Giuseppe, anch’egli giurista. Le prime bottiglie firmate Trabucchi sono del 1970. Una bella tenuta nelle colline della Val d’Illasi, da cui si può scorgere il paese di Soave in lontananza. Senza dimenticare il Recioto di cui sono grandi interpreti, in degustazione presentano 3 vini. La menzione va a favore del Valpolicella Superiore “Terra di San Colombano” 2008, vino di grande eleganza, con belle note fruttate, grande pulizia olfattiva, buona persistenza.


Vigneti Villabella, Bardolino (Vr)
tel. 045 7236448 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Fondata nel 1971 da Giorgio Cristoforetti e Walter Delibori, è attualmente condotta dai rispettivi figli Franco e Tiziano. Circa 220 ettari tra proprietà e gestione, opera in due sedi: a Calmasino si trovano le cantine di vinificazione e invecchiamento, a Cavaion Veronese, la grande ospitalità di  Villa Cordevigo, con wine relais, albergo a cinque stelle, un ristorante di qualità. In degustazione i tre vini Bardolino, Valpolicella e Amarone; dedichiamo un’attenzione al Bardolino Classico “Vigna Morlongo” 2013, ovvero corvina assemblata con rondinella e corvinone. Interpreta bene il carattere della denominazione, sentori fruttati, lievi note speziate, piacevolezza alla beva.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.