Home rubriche
Rubriche


CAPARRA & SICILIANI Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 28 Maggio 2015 00:00

Bivio Strada Statale 106 - 88811 Cirò Marina (KR)
tel +39 0962 373319  - fax +39 0962 379000
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.caparraesiciliani.it

 

Ettari vitati complessivi: 200
Numero bottiglie prodotte all’anno: 1.000.000

 

Come arrivare: Autostrada del Sole A3 Salerno-Reggio Calabria, uscita Sibari. Prendere la S.S.106, uscita Cirò Marina Sud.

 

Persona da contattare: Salvatore Caparra

Orario visite: Dal lunedì al venerdì 8-17; sabato e domenica su appuntamento

 

Produttori di vino fin dal XIX secolo come realtà indipendenti, le famiglie Caparra e Siciliani rappresentano una fetta importante di storia per la zona del Cirò, affascinante zona viticola sul mare, tra litorale ed entroterra, tra piane e colline, tra vigneti di alberello e ulivi secolari. L’unione produttiva tra le due famiglie risale al 1963, con una produzione tutta nella zona del Cirò e del Cirò Classico. Più che nello stabilimento d’epoca sulla statale, dove le due famiglie si sono trasferite nel 1967 (e dove comunque merita senz’altro un’occhiata la collezione delle riserve storiche della cantina, che partono dagli anni ‘70), conviene farsi accompagnare da Salvatore Caparra nei vigneti aziendali, da quelli a ridosso del mare a quelli non meno affascinanti dell’entroterra, tra vecchi impianti ad alberello e più recenti sistemi a spalliera, per capire più da vicino la complessa natura e il fascino, metà turistico e metà selvaggio, di questo storico territorio del vino italiano

 
DE TARCZAL Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 28 Maggio 2015 00:00

Frazione Marano, via G. B. Miori 4 - 38060 Isera (TN)   
tel +39 0464 409134  - fax +39 0464 409086
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.detarczal.com

 

Ettari vitati complessivi: 17
Numero bottiglie prodotte all’anno: 120.000

 

Come arrivare: Autostrada A22 del Brennero, uscita Rovereto Nord, direzione Isera/Mori; entrati nell’abitato di Marano al bivio svoltare a sinistra, dopo 500 metri sempre a sinistra s’incontra l’azienda.

 

Persona da contattare: Elena De Tarczal

Orario visite: Dal lunedì al sabato 8-12; domenica 10-12. Preferibilmente su appuntamento

 

Fondata nel 1973 da Ruggero Dell’Adami de Tarczal (il cui nome tradisce legami familiari con le dinastie austroungariche), questa struttura vitivinicola e agrituristica situata nella campagna di Isera, lungo la fascia occidentale dell’Alta Vallagarina, ha origini ben più antiche, risalenti al XVIII secolo, quando i Conti Alberti di Poja, proprietari della tenuta fino alla fine del 1800, edificarono il nucleo principale dell’attuale struttura produttiva. L’azienda, oggi gestita da Ruggero con l’aiuto prezioso delle figlie Elena e Felicia, è da decenni autentica roccaforte del Marzemino tradizionale, un rosso che trova nei suoli di matrice vulcanico-basaltica della zona quelle risorse sapido-minerali che lo impreziosiscono in termini di carattere e originalità. La sede, una via di mezzo tra il signorile e il campagnolo, ospita, oltre alla cantina, anche un ristorante gestito dalla famiglia: si chiama La Vineria e merita una sosta se amate la cucina tipica del luogo. L'azienda ha recuperato anche una sala degustazione per gruppi fino a 60 persone, ricavata da una vecchia stalla all'interno della corte aziendale: è il luogo di accoglienza per gli enoturisti, con la possibilità di abbinare ai vini formaggi e salumi tipici trentini.

 
Mortadella & Wines Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 08 Maggio 2015 08:49

Report sul numero zero di un nuovo evento Go Wine a Bologna

 

Un evento proposto in febbraio a Bologna pare destinato a diventare un appuntamento fisso del calendario del Club Go Wine della città. All’origine l’idea, promossa dal delegato Francesco Carboni, dedicata al prodotto tipico felsineo per eccellenza, la mortadella.
“L’evento nasce dall’interesse per l’abbinamento prodotto-vino - spiega Francesco Carboni. In questo caso il prodotto è la mortadella che ben rappresenta Bologna e i suoi aspetti culinari; l’iniziativa si pone poi anche in relazione al fatto che abbiamo presentato la mortadella dell’associazione Tour Tlen, di cui faccio parte come ristoratore”.
Insomma una lettura in chiave Go Wine del rapporto cibo-vino, valorizzando la mortadella e di fatto aprendo un confronto con il pubblico sui vini più adatti per il suo abbinamento.
Ancora Carboni: “la mortadella é fondamentalmente grassa, di media struttura, media complessità, ma persistenza aromatica lunga. Quindi chiama un vino che deve essere fondamentalmente sapido, con profumi decisi senza che siano così articolati. Escluderei il sauvignon e il riesling, devono piuttosto avere un'aromaticità rocciosa e salata. Escluderei quasi del tutto i passaggi in legno, a meno che chi lo usa non sia davvero molto bravo. Meno che meno i rossi, assolutamente no tannino.
Vanno benissimo le bolle, ma non devono essere bollicine banali”.
Carboni, con il ristorante Acqua Pazza è al centro di molte iniziative di ristorazione a Bologna e con alcuni colleghi ha dato vita alla risto-associazione chiamata “Tour Tlen”: Tour sono le torri, Tlen sono i tortellini. L’associazione racchiude circa 19 ristoratori dell’area di Bologna; nasce a febbraio 2013 per ridare smalto alla fama culinaria della città.
In collaborazione con la Felsineo, azienda bolognese leader nella produzione di mortadella, ha creato una mortadella con il logo dell’Associazione Tour-Tlen.
I ristoratori hanno infatti selezionato diversi tipi di mortadella, per arrivare ad un prodotto che loro stessi avrebbero voluto proporre nei loro ristoranti, ottima anche per il ripieno dei tortellini.
Ne è nata una mortadella di altissima qualità di carne 100% italiana naturale, senza aromi, senza conservanti, senza glutammato di sodio e derivati del latte.

La degustazione
Presso il ristorante Acqua Pazza si è così allestita la degustazione: 16 vini con una sorta di gara per cogliere quelli più adatti all’abbinamento. Ne è nata una selezione di etichette davvero originale, che vi proponiamo di seguito, mentre Carboni ha preparato dalla cucina Gambero e mortadella in carrozza, Polpettine di mortadella, Bignè con Spuma di mortadella.


AL DI LA' DEL FIUME – Marzabotto (Bo) Tel 348 0153838 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Albana Secca Emilia
Una macerazione sulle bucce di circa 10 giorni per donare all’albana una maggiore complessità. Il colore ambrato e i sentori di frutto avviano la degustazione e sfociano in una beva piacevole che fa scoprire l’albana nei Colli Bolognesi.

 

CAMOSSI – Erbusco (Bs) Tel 030 7268022 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Franciacorta extra Brut millesimato
Ottenuto da uve chardonnay (70%) e pinot nero (30%), le uve chardonnay provenienti dai Comuni di Erbusco e Provezze, il Pinot Nero da Paratico. 30-36 mesi in bottiglia sui lieviti. Un’intrigante interpretazione di Franciacorta che ben si abbina dunque anche con la mortadella.

COLLEFRISIO – Frisa (Ch) Tel 085 9039074 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Abruzzo Brut millesimato Le Cave della Guardiuccia
80% chardonnay con saldo di pinot nero. Un nuovo prodotto di un’azienda che in pochi anni si sta affermando all’attenzione e mostra in più volti la versatilità del vigneto abruzzese. Proprio come nel caso di questo Brut millesimato che affina per 36 mesi sui lieviti.

DALLA TERRA E DAL MESTIERE - Valsamoggia (Bo) Tel 328 5472036 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pignoletto Spumante Brut (metodo charmat)
L’autoctono pignoletto nella versione spumante conferma tutta la sua gradevolezza a favore di una varietà di grande interesse. Interprete è una realtà a sua volta tutta da scoprire. Buona acidità e equilibrio gustativo ne fanno uno spumante molto piacevole alla beva.

 

DOMINI DAUNI – San Severo (Fg) Tel  349 7742936 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Spumante Rosè Metodo Classico

Da uve pinot nero 100% coltivato nelle terre di San Severo, una versione Rosè da apprezzare nell’abbinamento proposto. Affinamento per 36 mesi sui lieviti per una produzione di nicchia che conferma la vocazione spumantistica delle terre della Daunia.

 

FELSINA – Castelnuovo Berardenga (Si) Tel 0577 355117  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Spumante Brut Rosè Metodo Classico
La mano felice di un’azienda legata a grandi interpretazioni di Chianti e sangiovese si applica con successo in questo blend di sangiovese (50%) con saldo di pinot nero e chardonnay. 32 mesi di rifermentazione in bottiglia. Bel colore tendente al ramato, perlage molto fine, secco al palato, molto piacevole nel  finale di bocca.

 

FURLANI – Vigolo Vattaro (Tn) Tel 347 1474234 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Trento Spumante

Chardonnay 80% con saldo di pinot nero; vigneti a 720 metri di altitudine. E’ terra di grande vocazione spumantistica, la giovane azienda Furlani ne fa un’interpretazione curata, con spirito davvero artigianale, colore giallo paglierino, perlage fine, sentori fruttati all’olfatto.

LIS NERIS – San Lorenzo Isontino (Go) Tel 0481 80105 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Pinot Grigio

Alvaro Pecorari è fra gli interpreti più rigorosi del pinot grigio e questa etichetta lo conferma. I suoli si trovano sulla riva destra del fiume Isonzo, suolo ghiaioso, calcareo. E’ un vino di struttura, equilibrato, sapido, esprime nel calice carattere e personalità.

MARCATO – Roncà (Vr) Tel 045 7460070  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Lessini Durello metodo classico

La varietà durella è sinonimo di bollicine autoctone, di territorio. La degustazione coinvolge  uno dei più affidabili interpreti. Affina per un periodo minimo di 36 mesi nella cave sotterranee della cantina ed esprime tutto il potenziale di un vitigno vocato alla spumantizzazione.

MONFORT – Lavis (Tn) Tel 0461 246353  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Trento Riserva Monfort

Chardonnay 80% con saldo di pinot nero, colline fra Trento e Pergine Valsugana a quote che variano da 400 a 650 mslm.  Affinamento sui lieviti per oltre 45 mesi, il risultato è una interessante interpretazione dello spumante made in Trento. Lorenzo Simoni conduce l’azienda con un piglio fortemente legato alla tradizione viticola trentina.

ORO DI DIAMANTI – Casalecchio di Reno (Bo) Tel 349 7884750 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Colli Bolognesi Pignoletto Gaudium 2013

Sui Colli Bolognesi uno dei vini pignoletto protagonisti a pieno diritto della degustazione. L’azienda segue il metodo biologico e coltiva vigne impiantate appena nel 2007 su terreni argillosi nella zona di Tizzano. Un colore intrigante all’esame visivo accompagna la degustazione di un vino di sicura personalità.

PODERE IL SALICETO – Campogalliano (Mo) Tel 349 1459612 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lambrusco di Sorbara Falistra, Spumante Malbolle
Due vini legati a varietà di territorio. Se Falistra è un Lambrusco di Sorbara frizzante secco che segue la rifermentazione in bottiglia, il Malbolle si fa notare, anche per l’originalità, con la versione spumante del malbo gentile coltivato nel modenese. Un metodo classico con dosaggio zero, finezza e persistenza caratterizzano la beva.

POGGIO DEI GORLERI – Diano Marina (Im) Tel 0183 495207 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Riviera Ligure di Ponente Vermentino
L’unico vermentino della degustazione arriva dalla Liguria di Ponente. Lo produce una realtà emergente, legata anche in altre etichette alla valorizzazione degli autoctoni liguri. Arriva in bottiglia con solo affinamento in acciaio e bene interpreta il carattere della varietà.

TENUTA DI FESSINA - Castiglione di Sicilia (Ct) Tel 0571 55284 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Etna Bianco Erse
Dalle pendici dell’Etna un carricante (80%) vinificato in acciaio, con saldo di minnella e catarratto. Ben equilibrato nelle sue componenti, sapido con buona acidità. Note minerali si avvertono al gusto, di buona beva.

VALLONA – Castello di Serravalle (Bo) Tel 051 6703058 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Colli Bolognesi Pignoletto Superiore
Un pignoletto in purezza, firmato da una delle aziende che da più tempo operano per l’affermazione della varietà. Maurizio Vallona è interprete attento e ha dedicato al pignoletto alcune versioni in differenti etichette, tutte di buona personalità, come il Superiore selezionato.

VIGNETO VITO SAN ORSI - Monteveglio (Bo)Tel 051 964521 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Colli Bolognesi Pignoletto (sui lieviti)
Nelle terre di Monteveglio, a 200 metri di altitudine, un’attività rilanciata a partire dal 2005, con metodi di agricoltura biodinamica. Due versioni di pignoletto: frizzante con base di pignoletto fermentata in acciaio, classico con fermentazione in botti di rovere di slavonia e affinamento sulle fecce nelle medesime botti. Una ricerca costante per estrarre il meglio dalla varietà.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.